martedì 19 settembre 2017

Sodio Ialuronato, Gel di Sodio Ialuronato e Acido Ialuronico: facciamo un po’ di chiarezza!!





sodio ialuronato, gel di sodio ialuronato, acido ialuronico, gel di acido ialuronico
Il sodio jaluronato  (INCI Sodium Hyaluronate) è uno degli ingredienti più apprezzati nell’ambito cosmetico. Tantissimi sono infatti  i prodotti che lo contengono in quanto  vanta proprietà altamente idratanti e anti-age.

Il sodio Jaluronato è una molecola idrofila fortemente igroscopica; ciò significa che una molecola di sodio Jaluronato può trattenere fino a 10000 molecole di acqua.
Esistono diversi tipi di sodio jaluronato a diversi pesi molecolari (alto, medio e basso peso molecolare), cioè la molecola può avere dimensioni diverse: tanto maggiore è il peso molecolare, tanto maggiore sarà la quantità di acqua coordinata e, di conseguenza, tanto più viscoso sarà il gel ottenuto.
L’unità di misura del peso molecolare viene espressa in Dalton (Da) o in Chilodalton (KDalton), ogni 1000 dalton corrispondono a 1 KDalton.
I diversi pesi molecolari intervengono a un differente livello dell’epidermide garantendo un cospicuo apporto di acqua, riducendo il fenomeno dell’evaporazione e favorendo la fisiologica produzione di collagene,  proteina indispensabile ai tessuti per mantenere il turgore e l’elasticità tipici della giovinezza.
Il sodio jaluronato ad alto peso molecolare resta sulla superficie cutanea e quindi non viene assorbito, ma la sua capacità di trattenere grandi quantità di acqua (funzione umettante)  dona alla pelle un’idratazione persistente e maggior turgore. Il gel che si ottiene utilizzando il sodio jaluronato ad alto peso molecolare è un gel molto denso; solitamente il sodio jaluronato ad alto peso molecolare è più comune rispetto a quello a basso peso molecolare.

Al contrario il sodio jaluronato a basso peso molecolare è in grado di  penetrare più in profondità  all’interno della pelle e di conseguenza svolgerà un’azione meno idratante ma dall’effetto anti-age più marcato poiché va  a riempire le rughe dall’interno. Il gel che si ottiene con il sodio jaluronato a basso peso molecolare sarà più liquido.

L’ideale sarebbe utilizzare in un prodotto cosmetico tutti e due i tipi per farli lavorare in sinergia ed ottenere un risultato di idratazione ottimale.
La capacità di trattenere tantissima acqua, definita  igroscopicità, lo rende infatti un eccellente idratante.
L’idratazione è fondamentale per la prevenzione ma anche per andare ad attenuare le rughe ed il sodio jaluronato è la sostanza funzionale idratante per eccellenza.

Propietà del sodio ialuronato:


  • Umettante: assorbe e conserva l’umidità, quella già presente nella pelle
  • Filmogeno: forma un sottilissimo strato sulla pelle proteggendola dalla eccessiva dispersione di acqua transdermica.
  • Idratante
  • Anti-age
  • Elasticizzante

Il sodio ialuronato si presenta come una polvere bianca, solubile in acqua (la velocità di
sodio ialuronato, acido ialuronico, gel di sodio ialuronato, proprietà cosmetiche acido ialuronico
solubilizzazione dipende dal peso molecolare, quelle ad alto peso molecolare si sciolgono più lentamente).

Può essere inserito in prodotti viso/corpo idratanti, prodotti antiage, prodotti per il contorno occhi e labbra, maschere, prodotti doposole, prodotti after-shave.

Negli spignatti può essere inserito come polvere in fase C fino al massimo 0,5% (max 0,2% nelle emulsioni , max 0,5% nelle maschere); per facilitare l’integrazione si può disperdere il sodio ialuronato nella glicerina prima di inserirlo in fase C.

In alternativa possiamo utilizzare il Gel di Sodio Ialuronato che prepariamo noi seguendo questa ricetta:
acqua depurata 98 g.
sodio ialuronato, gel di sodio ialuronato, come fare il gel di sodio ialuronato
polvere di sodio ialuronato 1 g.
conservante (cosgard) 0,6 g.
Pesiamo l’acqua in un recipiente e versiamo  sopra, a pioggia,  la polvere lasciando il tutto a riposo per 24 ore (non dovete mescolare!!). Vi consiglio di coprire il recipiente con una pellicola trasparente.
Quando il gel si sarà formato aggiungete il conservante,  mescolate bene in modo tale da rendere il gel liscio e omogeneo e infine  misurate il pH!
Travasate il tutto in un flacone preferibilmente Airless in modo tale da evitare il contatto del prodotto con aria e luce aumentandone la durata.

Il gel ottenuto può essere usato puro, direttamente sulla pelle, oppure può essere utilizzato come sostanza funzionale  in gel, tonici, creme (da inserire a freddo in fase C in percentuale che va dal 2 al 5%), o ancora può essere la base per creare un semplice siero.

Acido Ialuronico e Sodio Jaluronato sono la stessa cosa?
L’acido jaluronico (Hyaluronic Acid) e il sodio jaluronato (Sodium Hyaluronate) hanno caratteristiche chimiche simili ma sono differenti per natura e funzione.

Il Sodio Jaluronato è un sale non presente nel nostro organismo, deriva da una reazione chimica tra l’acido jaluronico e l’idrossido di sodio (quindi il sodio jaluronato è il sale sodico dell’acido jaluronico).

L’Acido Jaluronico è un acido, come dice la parola stessa,  ed è una componente naturale  normalmente presente nel  tessuto connettivo del nostro organismo,  in quanto prodotta da quest’ultimo attraverso i fibroblasti.

Dal punto di vista chimico l’acido jaluronico viene classificato come un glicosaminoglicano; la molecola è formata dal ripetersi di lunghe sequenze di due zuccheri semplici (l’acido glicuronico e la N-acetilglucosamina).
Queste sostanze sono entrambe cariche negativamente e quando si uniscono tra loro la forte repulsione dà origine ad una molecola lineare, flessibile ed estremamente polare.
La grande solubilità in ambiente acquoso è importante per garantire l’idratazione dei tessuti proteggendoli al tempo stesso da tensioni e sollecitazioni eccessive. Allo stesso tempo, l’elevata affinità con altre molecole di acido ialuronico e con gli altri componenti della matrice extracellulare consente la formazione di una fitta rete ad elevato peso molecolare.

La particolare struttura chimica conferisce all’acido ialuronico numerose proprietà che lo rendono utile sia in campo medico che estetico:
stimola la formazione di collagene e tessuto connettivo e protegge l’organismo da virus e batteri;
aumenta la plasticità dei tessuti  garantendo l’ottimale idratazione cutanea;
ha proprietà cicatriziali e antinfiammatorie

In campo cosmetico:
si utilizza l’acido ialuronico di origine biotecnologica da cui derivano tipi di acido ialuronico a diversi pesi molecolari; questo fa si che in funzione del peso si ottengono diverse funzioni: l’acido ialuronico a basso peso molecolare  (quello più costoso) favorisce la penetrazione intradermica garantendo una idratazione profonda; induce inoltre un aumento della permeabilità del tessuto connettivo che lo rende un importante fattore di penetrazione di principi attivi idrofili.
L’acido ialuronico è un componente fondamentale del derma; grazie alle sue proprietà conferisce alla pelle elasticità e morbidezza, rende la pelle resistente e tonica, idratante e nutriente, emolliente e lenitivo, riempitivo anti età, agevola la riparazione e la cicatrizzazione dei tessuti.

Nel corso del tempo la presenza di acido ialuronico nella pelle diminuisce per cui diminuisce anche la capacità di trattenere i liquidi e la pelle perde elasticità.

L’acido ialuronico, a differenza del sodio ialuronato, è un ingrediente abbastanza costoso.
Nella maggior parte dei cosmetici in commercio l’acido ialuronico viene inserito  nella sua forma di sale sodico dell’acido ialuronico; l’acido ialuronico nelle preparazioni cosmetiche viene tamponato con soda caustica in modo da fargli raggiungere un pH  neutro; per gli utilizzi cosmetici quindi l’acido ialuronico lo troviamo al 99% dei casi sempre come sodio ialuronato.

Nella lista degli ingredienti compare sempre il nome INCI di ogni specifico ingrediente per cui se è riportato “Hyaluronic acid” indica la presenza di acido ialuronico; se invece leggete “Sodium hyaluronate” vuol dire che nel prodotto avrete la presenza di sale sodico di acido ialuronico ovvero del sodio ialuronato.

Quindi l’acido ialuronico non è il sodio ialuronato e l’INCI dell’acido ialuronico non è Sodium Hyaluronate ma Hyaluronic Acid.
Non sono sinonimi!!!!
Considerati i costi altissimi dell’acido ialuronico e quelli più modesti del sodio ialuronato, fate un attenta valutazione della vostra crema e soprattutto…..valutate ciò che state acquistando leggendo bene l’INCI del prodotto!!

Spero di essere stata chiara nella esposizione!
Fatemi sapere se questo post vi è stato utile e se gradite altri pos di questo tipo. Ovviamente sono a disposizione per qualsiasi domanda, dubbio e/o chiarimento.

Bacioni, Myriam

giovedì 9 febbraio 2017

MOUSSE MIRACOLOSA DAI MILLE USI (BURRO MONTATO): SUPERIDRATANTE, NUTRIENTE, ELASTICIZZANTE


Ciao a tutti, in questo post vi propongo una nuova ricetta cosmetica per creare un Burro Montato, una delle ricette più semplici da fare e che consiglio soprattutto a chi è alle prime armi e vuole iniziare a spignattare!  
burro montato corpo, burro corpo fai da te, burro montato spignatto


Abbiamo già visto,  in precedenti post,  altre ricette per creare un Burro Corpo:

COCCOLA PER IL CORPO "LOVE MOMENTS"
TUTORIAL





BURRO SOLIDO PER IL CORPO
TUTORIAL




Il burro corpo è un potente emolliente formulato principalmente per apportare la massima idratazione una volta applicato sulla pelle; rispetto ad una normale crema idratante, il burro corpo tende ad essere più pesante come prodotto ma molto più emolliente, proprio perché costituito essenzialmente da grassi come oli e burri.
Generalmente il burro corpo è un prodotto utilizzato soprattutto in quei periodi dell’anno in cui la pelle ha bisogno di una maggiore idratazione ed è un prodotto molto indicato per chi ha la pelle secca e screpolata.

Ho chiamato questo burro  “Mousse dai mille usi” perché gli utilizzi che ne faccio sono davvero molteplici ma questo ve lo spiegherò dopo più dettagliatamente.
Questa Mousse, dalle  proprietà idratanti, emollienti, nutritive ed elasticizzanti, ha una consistenza cremosa e soffice e, a contatto con la pelle, si scioglie come se fosse un olio; viene assorbita dalla pelle abbastanza rapidamente senza risultare untuosa!
burro montato corpo, mousse corpo, burro montato fai da te

Il colore leggermente aranciato è dato dall’olio di palma rossa di Akamuti acquistato dal sito ecocose ma tranquille perché non macchia la pelle, né i capelli, né i vestiti.
In questa ricetta non serve inserire il conservante in quanto non c’è acqua, l’unica accortezza che bisogna avere è di non prelevare il prodotto con le mani bagnate o umide poiché i burri, a contatto con l’acqua, si alterano!
Questa mousse si conserva abbastanza bene perché contiene Vitamina E,  che contrasta l’irrancidimento dei grassi, ma vi consiglio di conservarla in un contenitore ben chiuso e, durante il periodo estivo, tenetela in frigo!!

Ma vediamo quali sono gli ingredienti utilizzati:
Burro di Karitè 40 g.
Burro di Cacao 10 g.
Olio di Cocco 20 g.
Olio di Palma Rossa (Akamuti) 20 g.
Olio di Macadamia 10 g.
Tocoferolo (Vit. E) 2 g.
Fragranza Pesca Bianca (di Camelis)

Proprietà degli ingredienti cosmetici utilizzati:

Burro di Karitè: ricco di proprietà emollienti e nutritive che ammorbidiscono la pelle e lo rendono perfetto per combattere la secchezza della pelle e dei capelli; emolliente anche per labbra e unghie, ottimo idratante per il viso, antiossidante e ricco di vitamine A, E e D aiuta a mantenere la pelle di un colorito sano; possiede inoltre proprietà cicatrizzanti, elasticizzanti, lenitive e riepitelizzanti; reso prezioso per l’altissimo contenuto di insaponificabili, sostanze fondamentali per il mantenimento della naturale elasticità della pelle poiché intervengono nella formazione di collagene e elastina; il burro di karitè svolge anche un’azione protettiva contro gli agenti atmosferici come sole, vento e freddo.

Burro di Cacao: burro dalle proprietà nutrienti e, come il burro di karitè, ricco di insaponificabili; svolge un’azione protettiva  grazie alla presenza di acidi grassi, in particolare l’acido linoleico, l’acido stearico e l’acido oleico, contenuti al suo interno; contiene inoltre polifenoli, teobromina e caffeina; i polifenoli  sono potenti antiossidanti che contrastano i  radicali liberi e aiutano a ristrutturare la pelle stimolando la sintesi del collagene e restituendole tono ed elasticità  mentre la teobromina e la caffeina sono utili nel promuovere l’idrolisi e la degradazione dei grassi negli adipociti per cui hanno un’azione snellente e dimagrante;  molto indicato per pelli secche e mature;  anche il Burro di Cacao è indicato per la cura dei capelli in quanto conferisce alla chioma vitalità, la nutre e la protegge dalle aggressioni esterne.

Olio di Cocco: olio molto nutriente contribuisce a ridurre la disidratazione della pelle per cui è molto indicato per curare la pelle secca e danneggiata, screpolata o ruvida; svolge anche un’azione lenitiva; associato al burro di karitè e al burro di cacao permette di ottenere un prodotto  nutriente per pelle secca e screpolata la cui applicazione è indicata soprattutto nei mesi freddi; ricco di vitamina A e di vitamina E, la prima svolge un’azione antiradicale e quindi protegge dalla degradazione dei tessuti, la seconda è un antiossidante naturale; l’olio di cocco inoltre è ottimo anche sui capelli poiché ha la capacità di conservare le naturali proteine contenute nel fusto, riuscendo a ridurre la presenza di forfora; conferisce ai capelli una maggiore lucentezza e svolge un’azione protettiva contro i raggi del sole.

Olio di palma rossa ((Akamuti): olio tipico africano dalla colorazione arancione molto profonda, ricco di vitamina E e provitamina A sotto forma di carotenoidi; ho scelto questo meraviglioso olio poiché ricco di vitamine e antiossidanti che forniscono un’ottima idratazione alla pelle: la vitamina A ringiovanisce la pelle mentre la vitamina E contrasta i problemi cutanei e combatte i radicali liberi. L’olio di palma rossa, proprio per le sue proprietà antiossidanti, è contenuto in diversi cosmetici come creme nutrienti e antiage ma anche balsami per labbra. Ci tengo a precisare che l’olio di palma rossa di Akamuti lo si ricava attraverso metodi tradizionali, non viene raffinato e non contiene frutti di piantagioni commerciali.
Ricetta con olio di palma rossa: Scrub solido per il corpo 

Olio di Macadamia: possiede delle straordinarie proprietà che favoriscono la naturale bellezza  della pelle e dei capelli; è un olio dalle proprietà  ristrutturanti, nutrienti, addolcenti, idratanti. Particolarmente indicato per pelli miste, grasse, con problemi e in presenza di couperose. Svolge un’ azione emolliente e nutriente, contrasta la disidratazione, cicatrizzante e lenitivo; è un olio molto penetrante, non crea un film lipidico occlusivo, non unge la pelle e si assorbe bene e facilmente lasciando la pelle molto morbida; molto indicato per i capelli secchi e sfibrati, grazie all’elevato contenuto di vitamina E si ottiene un’azione cheratinizzante favorendo il rinnovamento delle cellule capillari, in questo modo il capello sarà nutrito in profondità;

Vitamina E: antiossidante, esplica un’azione antirughe e promuove i processi rigenerativi dei tessuti danneggiati dai raggi solari; la vitamina E svolge anche un’azione idratante perchè crea un film protettivo che limita la perdita di acqua. E’ una vitamina particolarmente adatta nei cosmetici antirughe, anche per le pelli giovani, proprio per l’azione preventiva dei processi ossidativi, nei cosmetici doposole per ridurre i danni e favorire la riparazione del tessuto e nei prodotti per la pelle delicata e sensibile come quella del bambino. Favorisce inoltre l’elasticità della pelle.

Procedimento:
Inserite all’interno di una ciotola, ben lavata e asciugata,  il burro di cacao e gli oli: olio di cocco, olio di palma rossa e olio di macadamia, fate sciogliere il tutto a bagnomaria.
L’olio di cocco e l’olio di palma rossa a temperature inferiori a 26° si presentano in forma solida per cui devono essere necessariamente sciolti.
Una volta sciolti rimuovete il composto dal fuoco e aggiungete il burro di karitè;  io preferisco fare in questo modo poiché il burro di karitè eccessivamente riscaldato tenderà a fare dei grumi e a perdere le sue preziose proprietà!
Quando anche il burro di karitè sarà sciolto aggiungete la vitamina E e mescolate, infine, a composto tiepido, inserite la vostra fragranza scelta oppure degli oli essenziali; io ho aggiunto la fragranza Pesca Bianca acquistata sul sito Camelis; è una fragranza molto delicata e piacevole!!
A questo punto si procede come per un normale burro montato: conservate il tutto in frigo, o addirittura in freezer, e aspettare che il composto si solidifichi un po’; tirare fuori dal frigo e iniziare a frullare con un frullatore elettrico (quello con le fruste); ripetete questa operazione, cioè frullate un po’ e riponete in frigo e poi ripetere,  fino a quando non otterrete un composto dalla consistenza soffice come la panna montata!

Come utilizzo questa Mousse:

Crema per il corpo:  applico questa mousse subito dopo aver fatto la doccia su pelle umida; mi lascia la pelle morbidissima e piacevolmente profumata

Crema per le mani: io ho la tendenza ad avere le mani abbastanza secche e screpolate, soprattutto in inverno, per cui la utilizzo quotidianamente come crema mani, ne prelevo una piccolissima quantità che viene assorbita rapidamente senza lasciare quella fastidiosa sensazione di unto. A volte faccio degli impacchi, la sera prima di andare a dormire, ne prelevo una quantità generosa e la distribuisco bene tra le mani includendo anche le cuticole, poi indosso dei guanti in cotone e lascio agire il prodotto tutta la notte per favorire l’idratazione; al risveglio mi ritrovo con le  mani morbidissime, la pelle è ben idratata e nutrita

Ammorbidente per cuticole: ne metto un pochino sulle cuticole, zona spesso trascurata, che, dopo l’applicazione,  risultano subito ben nutrite e idratate                                                                                                   
Gambe, talloni e gomiti screpolati: questa mousse è perfetta per le zone screpolate come i gomiti o i talloni e anche le gambe, ne applico un po’ sulla zona secca da trattare e massaggio fino a quando non viene assorbita dalla pelle

Cura del piede: ormai questa mousse è entrata nella mia routine di bellezza per la cura dei piedi che spesso si presentano secchi e screpolati; dopo il pediluvio applico la mousse e la distribuisco bene sul piede, sulle cuticole insistendo nella zona dei talloni; metto un paio di calzini e lascio agire il prodotto (come per l’impacco delle mani);  il risultato credetemi è fenomenale!!

Impacco per capelli: quando ho un po’ di tempo prima dello shampoo faccio un impacco con questa mousse, cerco di tenerla su il più possibile poi passo allo shampoo; i miei capelli risultano più morbidi, più lucidi, ben nutriti, riccioli ben definiti, si riduce di molto l’effetto crespo ed inoltre riesco a pettinarli e districarli meglio.

Leave in per capelli: una piccolissima quantità di questa mousse soprattutto sulle  lunghezze e sulle punte mi aiuta a tenere i capelli perfettamente in ordine e, come dicevo prima, l’effetto crespo si riduce tantissimo, il risultato è ancora meglio sui capelli lisci, in effetti ho notato che la piega fatta con la piastra mi dura molto più a lungo quando applico questa mousse.

Crema  viso, collo e decolletè idratante e antiage: la sera prima di andare a letto procedo con il lavaggio del viso poi metto un po’ di questa mousse ed effettuo un leggero e piacevole massaggio; questo lo faccio soprattutto quando sento che la mia pelle è disidratata o quando presenta dei rossori magari dovuti a qualche brufoletto; il giorno dopo la mia pelle è rigenerata, più luminosa e morbida.

Crema lenitiva gambe post-depilazione: in genere la pelle delle gambe dopo la depilazione tende a desquamarsi, per evitare questo applico la mousse effettuando dei leggeri massaggi della gamba dal basso verso l’alto

Balsamo labbra: questa mousse è un ottima alternativa al burrocacao; la mattina, quando vado di fretta, dopo aver fatto la doccia applico la mousse come crema corpo e poi me la passo anche sulle labbra, evito così di utilizzare mille prodotti; le  labbra risultano ben idratate e nutrite.

Doposole: quest’estate ho utilizzato questa mousse come prodotto doposole poiché, stranamente, la mia pelle dopo l’abbronzatura, tendeva a seccarsi e desquamarsi a causa di un acquisto di un doposole sbagliato per il mio tipo di pelle;  per rimediare ho utilizzato la mia mousse miracolosa che mi ha salvato la vita……praticamente è da questo evento che prende il nome di “Mousse Miracolosa”!!
burro montato, mousse corpo, spignatto, burro montato ricetta cosmetica


Per oggi è tutto, spero che la ricetta sia di vostro gradimento, se avete domande da farmi non esitate e se per caso decidete di provare questa mousse fatemi sapere cosa ne pensate e come vi siete trovate!!

Un bacio e alla prossima!!

sabato 14 gennaio 2017

L'Olio di Sesamo

Ciao a tutte e ben ritrovate!
In questo post voglio parlarvi di un olio vegetale molto utilizzato nella cosmesi e anche negli spignatti: L'Olio di Sesamo!
spignatto, oli vegetali, olio di sesamo, proprietà cosmetiche dell'olio di sesamo


L’olio di sesamo è un prezioso alleato per la cura e la bellezza della nostra pelle e dei nostri capelli.  E’ stato inoltre utilizzato per centinaia di anni come rimedio curativo naturale.

Viene  estratto  dalla spremitura a freddo dei semi della pianta del sesamo,  Sesamum indicu,  che cresce in molte zone dell’ Europa, in Asia, Africa e America.

I semi di sesamo sono noti soprattutto per l’elevato contenuto di calcio e lipidi benefici.
E’ un olio molto resistente e stabile alle alte temperature e, grazie a questa caratteristica, non c’è il rischio che si deteriori o irrancidisca. Si presenta sotto forma di liquido giallo paglierino e inodore.
Ricco di acido oleico e di acido linoleico, di  vitamine A, B ed E e Sali minerali come fosforo, magnesio  e calcio, è un vero e proprio toccasana per la cura e la bellezza della pelle e dei capelli.

Sulla pelle svolge un’azione antisettica, antibatterica e lenitiva; è considerato efficace contro alcuni agenti  patogeni che possono attaccare la pelle e causare infezioni fungine; utile in caso di scottature, acne e dermatiti; garantisce una rapida guarigione e protezione di graffi e abrasioni, calma le eruzioni cutanee in caso di eczema; apporta inoltre molteplici benefici  sulla pelle secca e matura e, grazie alle sostanze nutrienti e antiossidanti contenute al suo interno, è un ottimo antirughe e svolge un’azione rassodante sulla pelle del viso.
E’ uno dei pochi oli vegetali che può essere utilizzato anche per le pelli grasse, oltre che per le pelli miste e secche, grazie alle sue proprietà sebo-restitutive.

L’olio di sesamo rappresenta un ottimo rimedio naturale anche per i capelli poiché agisce ristrutturando e mantenendo la chioma sana e lucente, utile anche per andare a contrastare la forfora grazie alle sue proprietà antibatteriche e lenitive.
L’olio di sesamo si rivela utile inoltre per andare a curare e nutrire i capelli secchi, sia come impacco prima dello shampoo sia come finish sulle punte, per un bellissimo effetto lucidante e nutriente.

L’olio di sesamo è impiegato principalmente come emolliente nella maggior parte delle preparazioni dermocosmetiche sia per la pelle che per i capelli; trova applicazione soprattutto come componente di prodotti solari, data la sua discreta capacità filtrante nei confronti dei raggi UV.
Inoltre può essere usato come ingrediente nei prodotti da massaggio poiché è dotato di buona stendibilità e viene facilmente assorbito dalla cute. E’ un olio leggero e non comedogenico.

Proprietà dell’Olio di Sesamo: emolliente, nutriente ed antiossidante, antibatterico e antivirale.
spignatto, l'olio di sesamo, oli vegetali in cosmesi, usi cosmetici dell'olio di sesamo


E’ possibile acquistare l’olio di sesamo nei negozi di prodotti biologici e alimentazione naturale, in erboristeria o online.

Di seguito vi mostro alcuni consigli per l’uso cosmetico dell’olio di sesamo:

Potenziare la vostra crema: basterà addizionare la propria crema viso con qualche goccia di olio di sesamo per avere un effetto antisettico e antibatterico sulle pelli grasse, un effetto emolliente e idratante sulle pelli secche e un effetto lenitivo sulle pelli sensibili; per 50 ml di crema saranno sufficienti 15 gocce di olio di sesamo.

Massaggi corpo rilassanti: prendete un flacone di vetro scuro con contagocce e inserite all’interno 25 ml di olio di sesamo e 25 ml di olio di mandorle dolci; arricchite il composto con 5 gocce di olio essenziale di lavanda e 5 gocce di olio essenziale di vaniglia, otterrete un mix rilassante da usare per fare dei massaggi.

Impacco per capelli grassi: in una ciotola inserite 10 ml di olio di sesamo, 10 ml di olio di lino e 10 ml di olio di cocco; aggiungete 5 gocce di olio essenziale di bergamotto e 3 gocce di olio essenziale di tea tree. Mescolate il tutto con un cucchiaino e applicate il composto ottenuto su tutta la lunghezza del capello e sulla cute; lasciate in posa per circa 30 minuti e procedete con il normale lavaggio. Questo impacco ristrutturante sarà molto utile per combattere la cute grassa con forfora.

Scrub viso delicato: prendete un cucchiaino di olio di sesamo, 30 g. di yogurt intero naturale e un cucchiaio di perle di jojoba (in alternativa andrà benissimo anche lo zucchero di canna o una farina scrubbante come ad esempio la farina di ceci); miscelate tutti gli ingredienti e applicate il prodotto su tutto il viso massaggiando la pelle con le mani per un effetto levigante delicato. Risciacquate con acqua tiepida e l’aiuto di una spugnetta.

Gel lenitivo doposole: prendete 100 ml di gel di aloe vera e aggiungete 10 ml di olio di sesamo e 10 ml di olio di calendula; aggiungete 10 gocce di olio essenziale di lavanda e mescolate il tutto. Potete conservare il mix ottenuto in frigo e potete utilizzarlo come doposole lenitivo per disinfiammare la pelle in caso di irritazioni, scottature e dermatiti.

Olio nutriente viso-collo-decolletè: per nutrire in profondità la pelle secca e matura e distendere le piccole rughe preparate questa semplicissima ricetta: 10 ml di olio di sesamo, 10 ml di olio di avocado, 10 ml di olio di rosa mosqueta e 2 gocce di essenza di rosa damascena. Utilizzate questo composto di oli vegetali ogni giorno sul viso, sul collo e sul decolletè eseguendo un lieve massaggio, dal basso verso l’alto, in modo tale da riattivare la circolazione e distendere la muscolatura.

In aggiunta alla maschera ristrutturante per capelli: l’olio di sesamo sui capelli ha un effetto ristrutturante e aiuta a mantenere i capelli lucenti. Per arricchire la vostra maschera ristrutturante per capelli potete aggiungere, per una dose di prodotto, un cucchiaio di olio di sesamo e qualche goccia di olio essenziale di limone per i capelli grassi, di rosmarino per i capelli sfibrati e di lavanda per la cute sensibile. Applicate la maschera con olio di sesamo secondo le indicazioni riportate sulla confezione.

Pediluvio defatigante: se avete i piedi e le caviglie gonfie potete fare questo pediluvio arricchito di olio di sesamo e oli essenziali; in 100 g di sale marino integrale aggiungete 10 ml di olio di sesamo, 5 gocce di olio essenziale di menta, 3 gocce di olio essenziale di tea tree, 5 gocce di olio essenziale di limone e 3 gocce di olio essenziale di rosmarino. Mischiate il sale con l’aiuto di un cucchiaio e lasciate riposare il tutto per almeno un’ ora. Successivamente versate i Sali arricchiti di olio di sesamo e oli essenziali in una bacinella di acqua tiepida e immergete i piedi per una ventina di minuti.

Maschera viso idratante e lenitiva: prendete 50 g. di gel di aloe vera, 10 ml di olio di sesamo, 10 ml di olio di karitè e 5 gocce di olio essenziale di lavanda. Mescolate bene tutti gli ingredienti e spalmate sul viso la maschera così ottenuta; lasciate in posa 20 minuti circa e poi sciacquate con acqua tiepida; potete ripetere questo trattamento una volta a settimana.

Olio massaggi decontratture e anti-contusioni: potete realizzare un olio efficace contro contusioni, distorsioni, contratture unendo 30 ml di olio di arnica, 10ml di olio di sesamo, 10 ml di macerato oleoso di aloe vera, 5 gocce di olio essenziale di ghaultheria. Applicate questo composto direttamente sulle zone da trattare tre volte al giorno per un periodo più o meno lungo a seconda delle vostre esigenze.

Ovviamente l’olio di sesamo può essere utilizzato nei vostri spignatti come tutti gli altri oli vegetali, tenendo presente la densità e la termolabilità dello stesso!!

Ricette cosmetiche con olio di sesamo


martedì 3 gennaio 2017

Il Burro di Mango

Buongiorno a tutte, oggi voglio parlarvi di un prodottino che amo alla follia: il Burro di Mango!!
burro di mango, burri vegetali, burro di mango proprietà cosmetiche



Trattasi di un burro ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di mango, albero da frutto che può arrivare fino ai 40 metri di altezza, originario dell'India e della Birmania, particolarmente ricco di vitamina C.
Ha una consistenza molto morbida che fonde immediatamente a contatto con la pelle.
Il burro di mango contiene acido oleico, acido isostearico e acido palmitico; l'acido isostearico lo rende ideale per la cura dei capelli danneggiati, crespi e sfibrati.


Applicato sui capelli anche in piccole quantità, crea una barriera protettiva, rende i capelli lucidissimi  e previene le doppie punte grazie alle sue proprietà: idratante, nutriente, protettivo e rigenerante ovvero, rigenera e rafforza la cuticola che è la barriera protettiva del capello, ne ripara ed ammorbidisce la fibra prevenendo così la formazione di doppie punte.

Può essere utilizzato da solo, puro, come impacco pre-shampoo o in combinazione con altri oli:
è sufficiente sciogliere 2 cucchiai di burro di mango a bagnomaria e aspettare che la consistenza diventi morbida, si applica sui capelli umidi, sulle lunghezze e anche sulle punte e deve essere lasciato in posa per almeno mezz'ora; risciacquare e proseguire con lo shampoo.
Si può fare anche una miscela di 40 ml di olio di ricino e 100 gr di burro di mango, riscaldato tutto per bene a bagnomaria e applicato sui capelli come impacco; i capelli risulteranno morbidi, setosi e districati.

Oltre agli acidi grassi, il burro di mango contiene alcol oleico, polifenoli, squalene e fitosteroli; questi ultimi hanno proprietà antinfiammatorie in grado di migliorare la funzione di barriera della pelle e la microcircolazione, inibire l'invecchiamento della pelle e proteggere dall'azione dei raggi solari.
L'alcol oleico ha azione emulsionante ed emolliente, lo squalene entra nei processi di rigenerazione dei lipidi dello strato corneo ed infine, i polifenoli agiscono da antiossidanti contrastando i radicali liberi e di conseguenza l'invecchiamento cutaneo.

Il burro di mango vanta proprietà emollienti: aiuta a mantenere la pelle bella idratata, liscia e setosa; aiuta la pelle a ripristinare la sua composizione lipidica e a mantenersi ben idratata anche in seguito ad aggressioni esterne come vento, freddo e sole.
Inoltre, come abbiamo già accennato prima, svolge un'azione rigenerante e antiossidante e protegge la pelle dall'invecchiamento precoce.

Il burro di mango è particolarmente consigliato in caso di pelle secca e disidratata, pelle secca e matura e per contrastare il rilassamento cutaneo.

Io amo particolarmente questo burro poichè è un prodotto multifunzionale, lo alterno col burro di karitè, e lo utilizzo moltissimo per i miei spignatti; infatti il burro di mango può essere inserito in varie ricette cosmetiche come creme corpo idratanti o doposole, creme per le mani, balsami e burri corpo, balsami per le labbra, saponi e prodotti per i trattamenti rassodanti, shampoo, balsamo per capelli, prodotti leave in per i capelli.....insomma i suoi usi sono davvero molteplici!!

Per creare un balsamo rassodante, non c'è bisogno di essere delle spignattatrici esperte, basta unire del burro di mango con olio di macadamia, fate sciogliere a bagnomaria e mescolate il tutto fino a quando il composto non si riaddenserà......avrete creato così un balsamo corpo completamente naturale con due ingredienti ricchissimi di proprietà cosmetiche!!

Se avete la pelle secca potete associare al burro di mango l'olio di germe di grano, l'olio di mandorle dolci oppure l'olio di avocado.
Per chi invece ha la pelle matura gli oli più indicati sono l'olio di argan, l'olio di enotera o l'olio di borragine!!

Io acquisto questo burro dal sito Camelis.

Ricapitolando il tutto diciamo che il burro di mango può essere utilizzato sia su pelle che sui capelli:
PELLE: Particolarmente indicato per
  • pelle secca, devitalizzata e disidratata
  • pelle matura con tendenza a seccarsi
  • rilassamento cutaneo
Le proprietà del burro di mango sulla pelle:
  • emolliente e idratante
  • calmante e rilassante
  • rigenerante e antiossidante
  • lenitivo
  • cicatrizzante
CAPELLI: Particolarmente indicato per
  • capelli secchi, fragili, danneggiati
  • capelli opachi e spenti......senza vita
  • capelli crespi e con doppie punte
  • capelli lunghi
Le proprietà del burro di mango sui capelli
  • rafforza la cuticola dei capelli donando brillantezza e lucentezza
  • nutriente ed emolliente, ripara e ammorbidisce la fibra prevenendo le doppie punte

lunedì 5 dicembre 2016

L'Olio di Neem

Ciao a tutte, oggi voglio parlarvi dell’olio di neem, di tutte le sue proprietà cosmetiche e delle sue svariate applicazioni in campo cosmetico.
olio di neem, olio di neem applicazioni cosmetiche, olio di neem proprietà cosmetiche


L’olio di neem, il cui nome  fu dato in India in onore della Dea Neemari, è un olio vegetale molto utilizzato per la bellezza della pelle, dei capelli, dei denti, delle unghie etc….
Lo si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi contenuti nei fiori dell’albero di Neem, il cui nome botanico è Azadirachta indica, appartenente alla famiglia delle Meliacee.
Nei semi vi è la maggiore concentrazione di sostanze con effetti medicamentosi .
Si tratta di una pianta appartenente alla tradizione ayurvedica, impiegata da millenni per le sue proprietà antibiotica, antibatterica, antinfiammatoria , antiparassitaria e antifungine.

L’olio di neem presenta un odore pungente e talvolta può risultare poco gradito ma, tale problema può essere facilmente risolto addizionandolo con degli oli essenziali che, oltre a conferire una gradevole profumazione, presentano proprietà adatte al disturbo che si desidera curare o prevenire; è un olio piuttosto stabile, tende quindi a mantenere intatte le sue proprietà. Si consiglia comunque di conservarlo lontano da fonti di calore e al riparo dalla luce.

L’olio di neem ha numerosi impieghi: in campo cosmetico è utilizzato per la produzione di detergenti per il corpo, saponi, shampoo, balsami, creme e dentifrici.
Se applicato sulla pelle si assorbe rapidamente.
Ma vediamo nello specifico quali sono le proprietà e i benefici dell’olio di neem: quest’olio infatti contiene principi attivi in grado di contrastare virus, batteri, funghi, oltre a svolgere un’azione idratante, rigenerante e ristrutturante per i tessuti; risulta quindi essere molto efficace sulle più comuni affezioni dermatologiche.

Azione eudermica: il suo contenuto di vitamina E e di acidi grassi essenziali lo rendono perfetto per la preparazione di creme per il viso e per il corpo dal potere antiossidante e antietà;

Azione antinfiammatoria: grazie alla presenza di agenti inibitori delle prostaglandine, l’olio di neem risolve molte affezioni gengivali e casi di piorrea; grazie a limonoidi e catechine, potenti inibitori dei mediatori dell’infiammazione acuta, l’olio di neem trova inoltre impiego nel trattamento dei dolori da strappi muscolari, artriti, reumatismi;

Azione cicatrizzante: l’olio di neem viene comunemente usato per la psoriasi e gli eczemi poiché idrata e protegge la pelle e, allo stesso tempo, sfiamma e cicatrizza l’irritazione, la desquamazione, e le lesioni che questi disturbi provocano; a tal proposito l’olio di neem può essere impiegato in casi di ustioni estese, ferite infette e per stimolare la cicatrizzazione e la ricostruzione dei tessuti;

Azione antibatterica e antivirale: fra i ceppi batterici contrastati dall’olio di neem vi sono la salmonella tifi e lo stafilococco aureo, quest’ultimo responsabile delle tipiche manifestazioni dell’acne, caratterizzate da ascessi e comedoni dolenti. L’olio di neem è usato anche in paste dentifricie che contrastano la formazione della placca e sbiancano notevolmente i denti;

Azione antifungina: efficace contro 14 tipi di funghi della pelle, l’olio di neem inibisce il Trichosporon che provoca infezioni al tratto gastrointestinale, e il Geotrichum responsabile di infezioni ai bronchi e polmoni; è stata riscontrata la maggior efficacia di impiego contro la Candida Albicans e per le infezioni causate da Trichophyton su capelli, pelle e unghie;

Azione insettifuga: l’olio di neem rappresenta uno dei rimedi naturali contro le punture di insetti soprattutto per contrastare le zanzare; ottimo rimedio anche per combattere i parassiti del cuoio capelluto (pidocchi) e gli acari della scabbia

L’olio di neem sulla pelle:
olio di neem, olio di neem sulla pelle, olio di neem applicazioni sulla pelle
Grazie alle sue molteplici proprietà l’olio di neem può essere utilizzato per trattare alcune problematiche cutanee come acne (azione antibatterica e cicatrizzante) e micosi (azione antifungina).
Essendo un olio piuttosto denso e concentrato solitamente non viene applicato puro ma miscelato ad altri oli vegetali come ad esempio l’olio di mandorle dolci o l’olio di jojoba.
Se si vuole creare un prodotto specifico possiamo arricchire quest’olio con l’aggiunta di qualche goccia di olio essenziale, come vi accennavo prima, scelto in base alla problematica su cui si vuole intervenire; ad esempio, in caso di acne possiamo aggiungere l’olio essenziale di tea tree oppure l’olio esenziale di lavanda.
L’olio di neem può essere utilizzato anche per la creazione di creme antiage grazie appunto alla presenza di vitamina E e di acidi grassi essenziali.
Se volete aumentare il potere idratante del vostro bagnoschiuma potete aggiungere qualche goccia di olio di neem.
L’olio di neem può essere utilizzato anche come dopobarba soprattutto in caso di pelle secca, sensibile e irritata.
Altra caratteristica dell’olio di neem è che può essere utilizzato per prevenire le smagliature e migliorarne l’aspetto quando sono già presenti.

L’olio di neem sui capelli:
olio di neem. olio di neem capelli, olio di neem applicazioni sui capelli
In commercio esistono diversi prodotti per capelli a base di olio di neem grazie alla presenza dell’azadiractina, una molecola con spiccate qualità repellenti; inoltre l’olio di neem è spesso utilizzato come ingrediente in prodotti per la prevenzione e la cura contro la pediculosi nei bambini (formazione di pidocchi).
Per preparare facilmente in casa un prodotto che aiuti a prevenire la formazione di pidocchi sarà sufficiente aggiungere una decina di gocce di olio di neem nello shampoo che si utilizza abitualmente.
L’olio di neem, miscelato con altri oli vegetali, può essere utilizzato anche per fare impacchi sui capelli sfibrati e sfruttati; il capello sarà più nutrito, lucente e rinvigorito.
Forse non tutti sanno che l’olio di neem contribuisce a ridurre l’effetto crespo dei capelli questo perché inibisce l’assorbimento dell’umidità che tende a gonfiare la chioma rendendola ingestibile; quando viene applicato sui capelli, l’olio di neem forma uno scudo sottile che impedisce ai capelli di assorbire acqua dall’ambiente; l’applicazione regolare di quest’olio sul cuoio capelluto mantiene i capelli perfettamente morbidi e idratati
L’olio di neem rappresenta inoltre un ottimo rimedio naturale per combattere la forfora: scaldate un cucchiaino di olio puro e applicatelo sui capelli massaggiando delicatamente; lasciate in posa l’impacco per circa 30 minuti poi risciacquate.

L’olio di neem per la bellezza dei denti e delle unghie:
olio di neem, olio di neem denti
L’olio di neem può essere applicato sulle unghie, le rinforza e ammorbidisce le cuticole.

Aiuta a prevenire le infezioni gengivali e presenta proprietà sbiancanti e antiplacca: 3 gocce di olio diluite in un bicchiere di acqua preferibilmente tiepida da utilizzare per fare dei gargarismi.





olio di neem, olio di neem proprietà cosmetiche

martedì 27 settembre 2016

GEL PER CAPELLI FAI DA TE.....CAPELLI BELLISSIMI!!

Ciao ragazze, rieccomi con una nuova ricetta cosmetica per voi!!
Questa volta andiamo a preparare un meraviglioso gel per capelli adatto per lo styling dei capelli corti ma anche per chi ha capelli ricci e lunghi come me.
gel per capelli, ricetta gel per capelli, gel per capelli fai da te, spignatto gel capelli

La ricetta è semplicissima ma questa volta avremo bisogno di qualche ingrediente un po’ più professionale che potrete acquistare sui siti online che rivendono materie prime cosmetiche.

Ecco la ricetta:

Acqua demineralizzata
64.4 g.
Inulina
5 g.
Fruttosio
10 g.
Carragenina
2 g.
Fitocheratina (Proteine del grano)
2 g.
Pantenolo
1 g.
Glicerina
5 g.
Gel di Aloe
10 g.
O.E. Lavanda
8 gtt.
O.E. Limone
8 gtt.
O.E. Salvia
5 gtt.
O.E. Tea Tree
4 gtt
Cosgard
0,6%
pH     4.5

gel per capelli, ricetta cosmetica gel capelli, gel di carragenina

Per il procedimento vi invito a guardare il tutorial quì:


Proprietà degli ingredienti:
Inulina: ottimo idratante e ammorbidente per i capelli, elimina il crespo rendendo il capello più morbido, agisce come un condizionante naturale
Fruttosio: possiede proprietà umettanti ed idratanti ed è l’ingrediente responsabile dello styling dei nostri capelli
Glicerina: possiede proprietà idratanti ,  umettanti e addolcenti, inoltre è ottima per il nutrimento dei capelli in particolar modo i capelli secchi; tende ad eliminare il crespo e rende i capelli ricci più delineati e morbidi! Con l’utilizzo della glicerina i capelli riacquisteranno la loro naturale lucentezza e bellezza
Pantenolo: il pantenolo è fondamentale per la cura dei nostri capelli perché la sua funzione principale è quella di nutrire i capelli alla radice; possiede inoltre proprietà idratanti per cui è ottimo sui capelli danneggiati, secchi e sciupati; il pantenolo va ad aumentare la resistenza del fusto dei capelli prevenendo o riducendo i danni provocati da agenti atmosferici e dall’utilizzo di phon e piastre
Fitocheratina (proteine del grano): apporta forza, volume e brillantezza ai capelli e conferisce stabilità alla piega; possiede proprietà idratanti, addolcenti, rinforzanti, condizionanti ( liscia, leviga e compatta la fibra del capello rendendolo morbido e setoso)
Gel di Aloe: possiede proprietà idratanti e conferirà alla capigliatura lucentezza e un aspetto sano, districando anche i nodi. E’ molto utile per risolvere problemi di prurito, forfora e irritazioni e perdita dei capelli
o.e. tea tree: è molto indicato nel trattamento della forfora o di qualche infezione fungina. È efficace anche per mantenere il giusto equilibrio nella produzione di sebo, infatti è un ingrediente comune di prodotti contro i capelli grassi;
o.e. lavanda: può essere utilizzato su tutti i tipi di capelli. Ne promuove la crescita, li idrata e previene le doppie punte. Grazie alla sua nota azione calmante, è utile nel trattamento dei piccoli disagi cutanei causati dagli agenti esterni;
o.e. limone: è un meraviglioso rimedio naturale contro i pidocchi o la forfora. È ottimo anche in caso di capelli grassi. Inoltre tende a rinforzare e a lucidare il capello;
o.e. salvia: la salvia favorisce la crescita dei capelli, stimolando delicatamente i follicoli. Ottimo contro la forfora;

Sostituzioni e/o omissioni:

Inulina
omettere
Fruttosio
Sorbitolo o zucchero da cucina
Glicerina
omettere
Fitocheratina (proteine del Grano)
Proteine della Seta oppure omettere
Pantenolo
omettere
Gel di Aloe
Gel ai Semi di lino oppure omettere
Carragenina
Altro gelificante es. xantana, guar etc…
Oli essenziali (lavanda, Limone, Tea tree, Salvia)
Altri o.e. adatti per capelli e specifici per le vostre particolari esigenze
Leggi questo articolo, può esserti utile nella scelta degli oli essenziali:
Quali oli essenziali scegliere per la bellezza dei tuoi capelli

ECCO IL VIDEO TUTORIAL
PER CREARE IL GEL AI SEMI DI LINO

Se omettete qualche ingrediente ricordate di sostituire la sua quantità con acqua!!

Consigli:
  • se desiderate un gel più compatto aumentate la quantità di carragenina a 2,5-3
  • se desiderate un gel dall’effetto più strong (forte) aumentate la quantità di fruttosio e viceversa
  • se avete capelli sottili bisognosi di volume aumentate la quantità di pantenolo e di fitocheratina  e diminuite la quantità di inulina
  • volendo potete aggiungere anche una fragranza cosmetica


Come vedete è una ricetta che potete personalizzare come volete e adattare anche in base alle vostre particolari esigenze……io vi ho dato uno spunto poi vedete un po’ voi!!
Posso dirvi che con questa ricetta ho creato un gel che utilizzo sia io (che ho capelli ricci e lunghi), sia il mio compagno (che ha i capelli corti liscissimi e grassi) che mio fratello che ha i capelli corti e crespi e ci troviamo splendidamente tutti e tre!!
gel per capelli, gel capelli ricci, gel capelli uomo, gel capelli naturale

Spero che la ricetta vi sia piaciuta, fatemi sapere se la fate e come vi trovate!!

Altri articoli sulla cura dei capelli che potrebbero interessarti:
Semi di lino per la bellezza dei nostri capelli
Addio ai capelli secchi e sfibrati con gli oli vegetali
Maschera ristrutturante per capelli secchi e sfibrati
Olio solare protettivo per capelli
Gli oli essenziali
Consigli su come utilizzare l'olio di cocco: trattamenti di bellezza per unghie e capelli
Capelli più biondi e luminosi con il decotto fai da te